D'un tratto nel folto bosco

Non c’era nessuno in tutto il paese che potesse insegnare ai bambini che la realtà non è soltanto quello che l’occhio vede e l’orecchio ode e la mano può toccare, bensì anche quel che sta nascosto alla vista e al tatto, e si svela ogni tanto, solo per un momento, a chi lo cerca con gli occhi della mente e a chi sa ascoltare e udire con le orecchie dell’animo e toccare con le dita del pensiero.
Amos Oz


mercoledì 26 novembre 2014

COME POSSIAMO FIDARCI ?

Come possiamo fidarci ? Abbiamo sacrificato un oceano intero ed un intero popolo, nel silenzio dell' inganno, per provare a fermare, senza riuscire, un olocausto radioattivo che la nostra presupponenza, la nostra cupidigia ed incuria hanno prima causato e poi nascosto. Abbiamo accontentato le velenose multinazionali del crimine OGM distruggendo la biodiversità in natura ed instaurando la legge del valore del seme sterile e assassino. Abbiamo ucciso le api per poter continuare a contaminare i fiori ed i raccolti, con potenti e cancerosi diserbanti. Abbiamo ucciso i valori della politica democratica parametrando tutti i contendenti a delle marionette gestite da banche e massoneria. Abbiamo ceduto i beni del mondo a poche corporazioni private per due soldi di stagno. Abbiamo ucciso l'Istruzione creando riforme utili solo a livellare nella "nozione senza cultura" un'intera generazione. Abbiamo ucciso la fantasia uniformando i piaceri della vita ad un litigioso format televisivo. Abbiamo sfigurato la Costituzione, figlia del sacrificio dei nostri nonni, immolatisi sull'altare della Patria e della Democrazia, per noi. Abbiamo ucciso il diritto al lavoro ed alle cure della povera gente, abbandonando la stessa ad un destino segnato ed ingrato. Abbiamo omologato il commercio, il cibo, persino il sentimento, alle leggi del mercato globale. Costruiamo macchine da guerra ed installiamo antenne giganti nei sughereti vicino alle case, sacrificando ad una morte invisibile generazioni di Siciliani, in nome di una migliore comunicazione militare. Ai bimbi di Quirra distribuiamo ogni giorno la propria dose di veleno invisibile che segnerà i loro destini alla sofferenza. Ai bimbi figli dei fuochi sotterriamo i nostri avanzi velenosi accanto al loro campetto di calcio di periferia, o li bruciamo accanto al loro orto coltivato. Abbiamo snaturato la missione del medico, svilito dal protocollo dettato dall'interesse, che vuole la Chemioterapia come l'unico rimedio. Abbiamo condannato una moltitudine di nostri figli alla malattia cronica iniettando loro murcurio nel vaccino, e ne abbiamo stravolto il sistema immunitario debellando, dopo le malattie cattive, anche quello buone. Terrorizziamo i popoli in nome di tremende epidemie, brevettate in laboratorio, e di cui abbiamo già pronto l'antidoto. Diamo alle mucche da mangiare altre mucche, diventate farina, al posto del fieno, e serviamo tutti i giorni nei piatti dei nostri figli anabolizzanti, steroidi, antibiotici ed aspirina travestiti da polli e manzi. Vendiamo nei supermercati veleno per topi e lo chiamiamo dolcificante. Come possiamo fidarci di noi ? Non sappiamo più se alle elezioni stiamo votando per il nuovo governo o per il rinnovo dei vertici della cupola mafiosa, con gli interpreti di quella che sembra sempre piu' una fiction che si mischiano tra loro e ci confondono. Annaspiamo e ci suicidiamo tra i sacrifici imposti da una crisi studiata a tavolino, armati fino ai denti, con i nuovi e difettosi di F35 in bella mostra. Nell'inganno globale di un surriscaldamento mondiale provocato dalla Co2 che, ahimè, esiste solo alla tv, nelle tasse del biglietto aereo e nelle logiche delle multinazionali, l'unica cosa che non potrà mai essere controllata per scopi militari sarà il clima. Infatti il cielo di oggi è e sarà sempre più blu di quello di ieri . E anche se blu non fosse più di tanto, non ce ne accorgeremmo.......

MB