D'un tratto nel folto bosco

Non c’era nessuno in tutto il paese che potesse insegnare ai bambini che la realtà non è soltanto quello che l’occhio vede e l’orecchio ode e la mano può toccare, bensì anche quel che sta nascosto alla vista e al tatto, e si svela ogni tanto, solo per un momento, a chi lo cerca con gli occhi della mente e a chi sa ascoltare e udire con le orecchie dell’animo e toccare con le dita del pensiero.
Amos Oz


giovedì 21 agosto 2014

Preoccupato per Ebola? Ti stai preoccupando per la malattia sbagliata! - James Ball

 Villagers in Liberia are made aware of the dos and don'ts when faced with an Ebola outbreak
 
Ebola - TheGuardian - 5/8/2014

"...Anche nel bel mezzo della attuale epidemia - la peggiore mai registrata - la diffusione della malattia non è stata rapida in Africa occidentale: circa 400 nuovi casi sono stati segnalati nel mese di giugno, e un ulteriore 500 o così nel mese di luglio. Si tratta di una diffusione lineare, cioè ogni persona attualmente sta infettando in media circa (in realtà poco più di) una persona in più.
Molto più preoccupanti sono le malattie che si diffondono in maniera esponenziale: se una persona infetta si diffonde la malattia a due o più, in media, la malattia si diffonde molto più veloce ed è una prospettiva molto più preoccupante, anche se la mortalità è notevolmente inferiore.
Le oltre 800 morti per Ebola in Africa finora quest'anno sono indiscutibilmente tragiche, ma è importante mantenere il senso delle proporzioni - altre malattie infettive sono molto, molto letali.
Dal momento che l'epidemia di Ebola ha avuto inizio nel mese di febbraio, circa 300.000 persone sono morte di malaria , mentre la tubercolosi ha probabilmente mietuto oltre 600.000 vite. Ebola potrebbe avere la nostra attenzione, ma non è neppure vicino ad essere il problema più grande in Africa in questo momento...." 

L'importante e' che la gente si impaurisca, cosi sara' piu' semplice vaccinarla. Il businnes e' servito.


Il servizio in lingua originale:

http://www.theguardian.com/commentisfree/2014/aug/05/ebola-worrying-disease

fonte: Informare per Sopravvivere