D'un tratto nel folto bosco

Non c’era nessuno in tutto il paese che potesse insegnare ai bambini che la realtà non è soltanto quello che l’occhio vede e l’orecchio ode e la mano può toccare, bensì anche quel che sta nascosto alla vista e al tatto, e si svela ogni tanto, solo per un momento, a chi lo cerca con gli occhi della mente e a chi sa ascoltare e udire con le orecchie dell’animo e toccare con le dita del pensiero.
Amos Oz


mercoledì 30 luglio 2014

Lituania, ministro Salute: «un’iniezione letale» ottima soluzione per malati poveri



Lituania, ministro Salute: «un’iniezione letale» ottima soluzione per malati poveri

Lituania, ministro Salute: «un’iniezione letale» ottima soluzione per malati poveri



L’eutanasia è un’ottima soluzione per quelle persone povere che non hanno abbastanza soldi per permettersi le cure palliative e che «non vogliono vedere i loro familiari agonizzare» nel dolore.

È quanto sostenuto in un’intervista a TV3 dal nuovo ministro della Salute lituano, Rimantė Šalaševičiūtė, come riportato dai media del paese. «EUTANASIA INFANTILE». Secondo il ministro, la Lituania non è uno Stato sociale e non può garantire a tutti i malati gravi le cure palliative necessarie a garantire la dignità del fine vita. La soluzione potrebbe essere «un’iniezione letale» o un equivalente dell’eutanasia: «È tempo attraverso l’eutanasia di pensare a questi pazienti e permettere loro di prendere una decisione: vivere o morire». Non solo, secondo Šalaševičiūtė «la legge sull’eutanasia infantile del Belgio merita di essere presa in considerazione» anche in Lituania. 

«CURARE, NON UCCIDERE». Queste dichiarazioni, a cui non è seguita però nessuna proposta concreta, hanno fatto reagire i medici lituani e la Chiesa cattolica. Secondo padre Andrius Narbekovas, «il ministro della Salute dovrebbe proteggere la vita e non cercare modi per eliminarla. Una società che si dice democratica dovrebbe comprendere che bisogna prendersi cura dei malati, non ucciderli». - 

See more at: http://www.losai.eu/lituania-ministro-salute-uniniezione-letale-ottima-soluzione-per-malati-poveri/#sthash.95CE6rqu.dpuf