D'un tratto nel folto bosco

Non c’era nessuno in tutto il paese che potesse insegnare ai bambini che la realtà non è soltanto quello che l’occhio vede e l’orecchio ode e la mano può toccare, bensì anche quel che sta nascosto alla vista e al tatto, e si svela ogni tanto, solo per un momento, a chi lo cerca con gli occhi della mente e a chi sa ascoltare e udire con le orecchie dell’animo e toccare con le dita del pensiero.
Amos Oz


giovedì 14 marzo 2013

Mendrisio: "Imprenditori italiani, vi aiuto io"


Un'imprenditrice ticinese devolve alle piccole aziende italiane il 10% del fatturato della sua società: "Per difendersi dalle banche"

La devastante crisi che ha colpito le imprese italiane e le drammatiche conseguenze che ogni giorno fioriscono sulle pagine della cronaca, ha toccato la sensibilità di un'imprenditrice ticinese. Infatti per solidarietà verso chi ha le sue medesime responsabilità, l’imprenditrice di una società con sede a Mendrisio ha deciso di devolvere alle piccole aziende italiane soffocate da vessazioni bancarie, tasse esorbitanti ed assenza totale di qualsiasi tipo di aiuto da parte dello Stato italiano e dalla UE, il 10% del fatturato sviluppato sul sito aziendale www.suisseled.ch che commercializza lampadine led.

“Accendi una lampadina per la vita” è il messaggio che parte dalla Svizzera. Il fatto che più ha determinato questa iniziativa è l’impossibilità dei piccoli imprenditori di pagare avvocati e consulenti per potersi difendere dalle banche e da Equitalia. Un diritto negato per aver voluto resistere al terribile momento che l’Italia sta attraversando.

La cifre introitate e poi devolute verranno pubblicate per trasparenza sul sito www.suisseled.ch e sui siti delle Associazioni che già si occupano della difesa dei vessati e usurati bancari. A breve in www.suisseled.ch verrà pubblicata la lista delle Associazioni no profit che verranno selezionate per la gestione delle somme da devolvere.