D'un tratto nel folto bosco

Non c’era nessuno in tutto il paese che potesse insegnare ai bambini che la realtà non è soltanto quello che l’occhio vede e l’orecchio ode e la mano può toccare, bensì anche quel che sta nascosto alla vista e al tatto, e si svela ogni tanto, solo per un momento, a chi lo cerca con gli occhi della mente e a chi sa ascoltare e udire con le orecchie dell’animo e toccare con le dita del pensiero.
Amos Oz


mercoledì 6 marzo 2013

Tensioni a Niscemi, la Video testimonianza delle mamme No Muos di Daniela Giuffrida


Quello che è certo è che la tensione è tornata altissima a Niscemi. La prova è ‘l’incidente’ di stamattina che ha causato una frattura al piede ad una donna del Comitato delle Mamme No Muos. E contusioni e medicazioni al Pronto soccorso per altre due. Il tutto è successo  in seguito ad ‘un ‘incontro ravvicinato’ con le Forze dell’ordine. Che negano ogni responsabilità sull’accaduto. “E’ scivolata nel fango” dicono riguardo alla mamma niscemese finita in ospedale.
Ma andiamo con ordine. CInziando con la versione dei fatti delle Mamme No Muos. Una ha parlato con LinkSicilia, l’altra ve la mostriamo in una video-intervista sotto. Cominciamo con la prima: “Stamattina, come sempre, eravamo al presidio davanti la base americana di C.da Ulmo. Eravamo dentro il tendone perché pioveva a dirotto. All’improviso, abbiamo ricevuto la visita del Vice Questore di Caltanissetta. Mentre ci intratteneva, chiacchierando amabilmente, abbiamo visto un pulmino con diversi uomini a bordo diretti verso la base. I poliziotti ci hanno detto che erano ispettori americani. Ma, noi abbiamo riconosciuto tra gli uomini in divisa, i soliti niscemesi che hanno lavorato alla base per ultimare il Muos. I cui lavori dovrebbero essere blocatti. Così ci siamo piazzate davanti al mezzo per impedirgli di entrare nella base. 
A quel punto – continua la signora del Comitato Mamme No Muos- abbiamo sentito  dire: facciamo una forzatura per farli passare. Ci hanno spintonato con forza per farci spostare. Siamo cadute, ci hanno strattonato, una di noi ha una frattura ad un dito del piede, altre contusioni a spalla e gambe, compresi giubbotti strappati. Ma è normale? La verità è che ci sembra tutta una farsa. Il cui obiettivo era fare arrivare gli operai alla base, a qualsiasi costo. E nonostante, in teoria, i lavori del Muos siano bloccati”. Il Comitato Mamme No Muos ha sporto denuncia sull’accaduto ai Carabinieri.
Questo il video realizzato da Maurizio Giannetto con l’intervista ad una’ltra Mamma No Muos.
Diversa la versione riferita dalle Forze dell’ordine all’Ansa. Che sostiene che su quel pulminio c’era una delegazione di alti ufficiali, tutti in divisa, proveniente dal comando Usa di Napoli.  E  che gli agenti, dinnanzi al blocco delle Mamme, hanno solo fatto cordone per indurrle e a indietreggiare. La Polizia sostiene pure di essere in possesso di un video che dimostrerebbe che solo una donna, scivolando sul fango, accidentalmente, si sarebbe fatta male. E conferma che altre due ‘Mamme No Muos’ sarebbero state medicate e dimesse.