D'un tratto nel folto bosco

Non c’era nessuno in tutto il paese che potesse insegnare ai bambini che la realtà non è soltanto quello che l’occhio vede e l’orecchio ode e la mano può toccare, bensì anche quel che sta nascosto alla vista e al tatto, e si svela ogni tanto, solo per un momento, a chi lo cerca con gli occhi della mente e a chi sa ascoltare e udire con le orecchie dell’animo e toccare con le dita del pensiero.
Amos Oz


giovedì 14 marzo 2013

Paola Ferrari, la nuora di De Benedetti, nella giunta Maroni per conto di Silvio!


Una poltrona di assessore, probabilmente alla cultura, è pronto per lei al Pirellone, presso la nuova giunta targata Roberto Maroni. Paola Ferrari, giornalista e popolare conduttrice della "Domenica Sportiva" è pronta al grande salto nella politica: che, tuttavia, non pregiudica il mantenimento del suo posto davanti alla telecamera, come ha dichiarato lei stessa al "Corriere della Sera".
"Lasciare? Perché? Domenica sera sarò normalmente, come sempre, in Rai. Poi sono giorni di valutazione, aspettiamo. Voglio esaminare tutto per bene, vorrei garantire una risposta concreta a chi mi affiderà responsabilità, non promettere invano senza realizzare niente".

Per la Ferrari, 52 anni, non è la primissima esperienza politica: nel 2008 si schierò, senza fortuna, con la destra di Storace e Daniela Santanché, che ha sostenuto la sua candidatura.
L'unico neo è il suo matrimonio con Marco de Benedetti, il figlio di Carlo De Benedetti,  cioè il presidente del gruppo L'Espresso contro il quale Berlusconi per 10 anni si è scontrato nelle aule giudiziarie per il caso Mondadori: l'ex premier è uscito fuori sconfitto e condannato a pagare 749.995.611 euro al suo avversario di sempre!