D'un tratto nel folto bosco

Non c’era nessuno in tutto il paese che potesse insegnare ai bambini che la realtà non è soltanto quello che l’occhio vede e l’orecchio ode e la mano può toccare, bensì anche quel che sta nascosto alla vista e al tatto, e si svela ogni tanto, solo per un momento, a chi lo cerca con gli occhi della mente e a chi sa ascoltare e udire con le orecchie dell’animo e toccare con le dita del pensiero.
Amos Oz


giovedì 19 dicembre 2013

Caserta, neonati venduti per 20mila euro «Questa non la vogliamo più, è malata»

CASERTA - Le donne bulgare in avanzato stato di gravidanza venivano reclutate nel loro paese ma poi partorivano in Italia per cedere i loro bambini grazie all'intermediazione di un'organizzazione che è statascoperta dai carabinieri nel Casertano.

Organizzazione, che come hanno accertato i carabinieri di Mondragone, nel Casertano, pretendeva fino a 20mila euro a bambino. In manette sono finite tre persone, due bulgari ed un italiano. I neonati finivano a coppie desiderose di avere un bambino con le quali l'organizzazione aveva preso accordi.

La mancanza di scrupoli dei venditori di bambini giungeva fino al punto di cambiare la «merce» se non era perfetta. In una circostanza infatti, i carabinieri di Mondragone guidati dal capitano Lorenzo Iacobone, hanno accertato che la compravendita non andò a buon fine perchè la bimba appena nata era malata. 

La coppia di cinquantenni che l’aveva «prenotata» si tirò indietro. La banda non si perse d’animo e promise che presto sarebbe arrivata una nuova ragazza incinta ma che restava l’impegno.

Così la madre e la piccola neonata con problemi di salute furono dimesse dell’ospedale e rispedite in Bulgaria. L’interesse della banda per madre e figlia finiva lì.

Oltre ai tre arrestati la Procura ha iscritto nel registro degli indagati anche i quattro genitori che hanno acquistato i bimbi, entrambi maschietti nati nel 2009 all'ospedale di Giugliano e alla clinica Pineta Grande di Castel Volturno (nei confronti delle strutture sanitarie non sono ipotizzati reati). Si tratta di una coppia di Casal di Principe e una di Santa Maria Capua Vetere, per cui i magistrati non hanno richiesto nell'ordinanza di custodia cautelare l'arresto. Ma anche nei loro confronti le indagini vanno avanti, anche se nella posizione di indagati a piede libero. 

Sono infatti accusati di alterazione di stato civile, oltre che di complicità nella compravendita di esseri umani. Sarà particolarmente delicato il lavoro del Tribunale dei Minori che dovrà decidere la soluzione migliore per i bambini: restare con i genitori o essere dati in affido ad altre coppie.

http://www.ilmattino.it


I mercanti nel tempio dell'Uomo...

I bambini sono bambini in ogni parte del mondo e li dobbiamo sentire tutti nostri, altrimenti ci trasformiamo in indifferenti di fatto...
L'indifferenza è un pericolo subdolo e perverso...
L'essenza della disumanità...

"L'indifferenza è la culla delle peggiori atrocità."
V. Suyren

"Il peggior peccato verso i nostri simili non è l’odio ma l’indifferenza: questa è l’essenza della disumanità."
G. B. Shaw

L'incipit del dott. Berrino: "Il tema di questa sera è "Scacciare i mercanti dal Tempio!"
Il Tempio è il corpo del bambino!!
I bambini sono un "mercato" formidabile" un mercato enorme...
E i mercanti ne approfittano!!

dott. Franco Berrino - Video "Il cibo del bambino"

Partendo dal cibo (e dall'ambiente) si arriva ai farmaci e ai vaccini!!
La fidelizzazione incrociata dei "clienti" presenti e, soprattutto, futuri da BigFood a BigPharma!!!

http://www.youtube.com/watch?v=_llBskrJDQY


Domenico D'Ambrosio