D'un tratto nel folto bosco

Non c’era nessuno in tutto il paese che potesse insegnare ai bambini che la realtà non è soltanto quello che l’occhio vede e l’orecchio ode e la mano può toccare, bensì anche quel che sta nascosto alla vista e al tatto, e si svela ogni tanto, solo per un momento, a chi lo cerca con gli occhi della mente e a chi sa ascoltare e udire con le orecchie dell’animo e toccare con le dita del pensiero.
Amos Oz


giovedì 29 agosto 2013

il mio cielo stamattina - mutazioni innaturali

hh 6:00 mi sveglio con un cielo limpido e completamente terso

hh 7:00 - 8:00
Sui cieli della mia Citta, Genova, sono transitati, in uno spazio relativamente ristretto, in contemporanea anche di 5 unita', avanti ed indietro, oltre 50 aereoplani 50, a fronte di un traffico aereo regolare praticamente inesistente. Casualmente poi si e' creata  una copertura artificiale globale dovuta a scie che tutto sono tranne condensa che, come ormai consuetudine innaturale, si sono espanse simulando formazioni nuvolose improbabili. Le consuete "innocque velature" del Meteo connivente sono quindi magicamente ed innaturalmente apparse in un contesto in cui non c'entravano proprio nulla. Il tutto, ovviamente, tra l'indifferenza generale della gente, intenta prevalentemente a guardare verso il basso, come in segno di resa, rapiti dal mega schermo 5" del nuovo smartphone.