D'un tratto nel folto bosco

Non c’era nessuno in tutto il paese che potesse insegnare ai bambini che la realtà non è soltanto quello che l’occhio vede e l’orecchio ode e la mano può toccare, bensì anche quel che sta nascosto alla vista e al tatto, e si svela ogni tanto, solo per un momento, a chi lo cerca con gli occhi della mente e a chi sa ascoltare e udire con le orecchie dell’animo e toccare con le dita del pensiero.
Amos Oz


venerdì 2 agosto 2013

Uno dei filmati del secolo. I berlusconiani prima esultano (senza motivo), poi vengono travolti dal dolore.


Subito poster in camera della intellettuale al cellulare (secondi 31/34), l'italiano medio by Capatonda (secondo 38), lo yuppie saltellante (secondo 41) e il filosofo che scandisce: "Devono rifare tuttooo" (secondo 46).
Poi, al secondo 48-49, arriva lo yesman devastato dal dolore: "Fermiiii...".

I-d-o-l-i assoluti.

Vai di torcida.