D'un tratto nel folto bosco

Non c’era nessuno in tutto il paese che potesse insegnare ai bambini che la realtà non è soltanto quello che l’occhio vede e l’orecchio ode e la mano può toccare, bensì anche quel che sta nascosto alla vista e al tatto, e si svela ogni tanto, solo per un momento, a chi lo cerca con gli occhi della mente e a chi sa ascoltare e udire con le orecchie dell’animo e toccare con le dita del pensiero.
Amos Oz


venerdì 19 aprile 2013

I BIMBI DI TARANTO COME PICCOLI CADAVERI CHE CAMMINANO


"Con questo inquinamento noi siamo sicuri che avremo dei danni nelle prossime generazioni per i prossimi 40 anni"

Pediatra Grazia Parisi: "I pediatri devono essere in prima fila perché i bambini di Taranto sono tutti malati, sono cadaverini che camminano e nessuno se n'è reso conto fino ad ora.
I bambini di Taranto sono malati di patologie respiratorie, nascono con le allergie, hanno il primo attacco asmatico a un mese di vita;
continuano ad ammalarsi di asma, di malattie respiratorie, sono allergici dal momento che nascono... per non parlare dei tumori, forse è meglio di no. Abbiamo cadaveri che camminano. Abbiamo famiglie nelle quali ci sono 2, 3 lutti per patologie tumorali. Abbiamo bambini che non possono camminare nelle aiuole perché sono avvelenate"

Cosimo Nume (Presidente Ordine dei Medici di Taranto): "Non soltanto le realtà tumorali, anche un incremento delle patologie cardiovascolari, delle malattie respiratorie e patologie della tiroide e delle ghiandole endocrine. C'è veramente di tutto"

http://www.youtube.com/watch?v=4n72jhfEiMM&sns=fb