D'un tratto nel folto bosco

Non c’era nessuno in tutto il paese che potesse insegnare ai bambini che la realtà non è soltanto quello che l’occhio vede e l’orecchio ode e la mano può toccare, bensì anche quel che sta nascosto alla vista e al tatto, e si svela ogni tanto, solo per un momento, a chi lo cerca con gli occhi della mente e a chi sa ascoltare e udire con le orecchie dell’animo e toccare con le dita del pensiero.
Amos Oz


venerdì 6 settembre 2013

Le bugie che diRAI

CatturaaaaswaxObama/Bush: dove sta la differenza?
Domanda: è possibile una informazione non di parte? O qualunque cosa si dica, si prende in qualche modo posizione? Mi domandavo questo perchè nel corso del Giornale radio 1, questa mattina, veniva presentata la posizione di Obama in questa maniera:
“Obama è solo contro tutti; ha dovuto affrontare Putin e altri alleati europei, che lo lasciano solo, e la settimana prossima dovrà affrontare il congresso, diviso sull’opportunità o meno di un intervento…”
L’idea che ne viene fuori qual’è? Un eroe, che combatte contro il mondo, lasciato solo anche dai suoi amici, ma che, con la forza della verità, forse, riuscirà a portare avanti la sua causa.
La presentazione corretta avrebbe dovuto essere:
“Grazie a Dio, anche Cameron, a seguito della votazione del parlamento inglese, si defila dall’ipotesi di attacco unilaterale contro un paese, la Siria, che non ha dichiarato guerra a nessuno. I dubbi sempre più insistenti che la fabbricazione delle prove sia un clamoroso falso, come era successo solo 10 anni fa per giustificare l’attacco all’Iraq, con il generale Colin Powell che mostrava la provetta di polverina bianca allìONU, sta rompendo il fronte degli interventisti. Solo Obama, non si capisce bene per quale motivo, se non per soddisfare la lobby degli armamenti e per consolidare i piani egemonici nel medio oriente rico di petrolio, continua a sostenere la necessità di un attacco, ma in questo è sempre più solo, anche considerati gli sforzi del Papa che sta aggregando un vasto fronte contro l’attacco.” E noi paghiamo il canone per sentirci dire queste bugie… le bugie che diRAI….