D'un tratto nel folto bosco

Non c’era nessuno in tutto il paese che potesse insegnare ai bambini che la realtà non è soltanto quello che l’occhio vede e l’orecchio ode e la mano può toccare, bensì anche quel che sta nascosto alla vista e al tatto, e si svela ogni tanto, solo per un momento, a chi lo cerca con gli occhi della mente e a chi sa ascoltare e udire con le orecchie dell’animo e toccare con le dita del pensiero.
Amos Oz


martedì 25 giugno 2013

[GEOINGEGNERIA] Italia sotto attacco: In atto gravi esperimenti climatici sulla penisola.


Rimini: si scatena l'inferno sulla costa adriatica



25 giugno 2013 - Nel pomeriggio di ieri sulla costa adriatica sembra essersi scatenato un vero e proprio inferno.Pioggia battente,grandine,forti venti e trombe marine hanno sfrerzato il litorale.Alle 16.30 di la città di Rimini è stata colpita da un nubifragio di eccezionale portata. 4 mm di pioggia
in un minuto, valori paria a 123mm in un 'ora, come registrato dalla stazione di Rimini Ausa, evento che non trova riscontri dal 1920 circa.Pioggia e grandine si sono abbattute sulla città, causando gravissimi disagi al traffico e allagamenti, specie nella zona del centro storico. Ivigili del fuoco hanno recuperato il corpo di una donna nel suo giardino allagato.






Nubifragio Rimini: dal 1920 non si è mai verificato un evento di tale potenza


25 giugno 2013 - 11:11

Il fortissimo temporale che ieri ha colpito Rimini non trova precedenti negli archivi meteo della città, aperti sin dal 1920. Un evento eccezionale che ha terrorizzato la riviera. E purtroppo si registra un morto.

Nella giornata di ieri la nostra Penisola è stata interessata da un importante passaggio temporalesco che ha prima interessato le regioni settentrionali e poi quelle centrali. L’ingresso franco della massa d’aria fredda al centro-nord, circa -20 gradi a 5700 metri di altezza, ha favorito la nascita di imponenti strutture temporalesche. Al mattino è stata la volta del Veneto e del Friuli, ma nel tardo pomeriggio le precipitazioni hanno coinvolto maggiormente la riviera romagnola e le Marche. Proprio sulla città di Rimini si è verificato un temporale di fortissima intensità che ha colto di sorpresa chi si trovava sulla riviera.

Spiaggia Rimini ieri pomeriggio: immagini paurose.
Ad essere impressionanti sono anche i numeri del nubifragio, che ha scaricato ben 147 mm di acqua nella stazione meteo ARPA di Rimini Ausa (zona W della città), facendo crollare la temperatura a +11,9°c. Le intensità della precipitazione sono state elevatissime, ben 4 mm al minuto. La stazione regionale di Rimini Ausa ha registrato dei valori accumulati pari a 90 mm in 30 minuti e 123 mm in un’ora. Entrambi questi dati sono rappresentativi di un evento che, per le aree di pianura della Regione, non trova riscontri nei dati archiviati a partire dal 1920 circa. A termine di confronto, il record storico precedente della precipitazione era 113 mm in 1 ora. C’è purtroppo anche una vittima: una donna è stata trovata morta a faccia in giù nel proprio giardino, allagato a causa del nubifragio.