D'un tratto nel folto bosco

Non c’era nessuno in tutto il paese che potesse insegnare ai bambini che la realtà non è soltanto quello che l’occhio vede e l’orecchio ode e la mano può toccare, bensì anche quel che sta nascosto alla vista e al tatto, e si svela ogni tanto, solo per un momento, a chi lo cerca con gli occhi della mente e a chi sa ascoltare e udire con le orecchie dell’animo e toccare con le dita del pensiero.
Amos Oz


martedì 18 febbraio 2014

Continua la campagna contro le scie chimiche da parte della Draco Edizioni e di Riprendiamoci il Pianeta – Movimento di Resistenza Umana


Su proposta di Fabio Servidei, della sezione romagnola di Riprendiamoci il Pianeta, che ha segnalato la possibilità di uno spazio pubblicitario su 'Il Resto del Carlino' nella sua edizione di Ravenna-Faenza-Lugo, la Draco Edizioni e il RIP hanno acquisito mezza pagina per sponsorizzare la propria campagna contro le scie chimiche.

Carlino pubblicità scie rr-1Il 14 e il 17 febbraio 2014 quindi è uscito il nostro riquadro pubblicitario con la scritta ‘Basta scie chimiche, adesso siamo al limite’ impressa sull’immagine di un aereo che irrora chimicamente. Evidentemente vale ancora il detto pecunia non olet, visto che, mentre ufficialmente tutti i mezzi di comunicazione più importanti ci hanno deriso in occasione della nostra Manifestazione Nazionale contro le Scie Chimiche del 21 dicembre 2013, d’altro canto, se si tratta di guadagnare qualche soldino, non stanno a guardare tanto per il sottile… perlomeno fin qui. Staremo a vedere, se in occasioni future potremo ancora, budget permettendocelo, approfittare di questi spazi pubblicitari, o se invece giungerà l’ennesima velina ‘dall’alto’ a guidare le mosse di ignari redattori locali. La cosa importante è che dobbiamo fermare con ogni mezzo lecito chi sta devastando il pianeta.
BASTA SCIE CHIMICHE ADESSO SIAMO AL LIMITE.