D'un tratto nel folto bosco

Non c’era nessuno in tutto il paese che potesse insegnare ai bambini che la realtà non è soltanto quello che l’occhio vede e l’orecchio ode e la mano può toccare, bensì anche quel che sta nascosto alla vista e al tatto, e si svela ogni tanto, solo per un momento, a chi lo cerca con gli occhi della mente e a chi sa ascoltare e udire con le orecchie dell’animo e toccare con le dita del pensiero.
Amos Oz


martedì 4 giugno 2013

Risultati di analisi eseguite su campioni di neve, acqua piovana, sedimenti etc.


Analisi in quota (volo Ryanair)
Analisi suolo sardo
Analisi geranio dopo pioggia (Sanremo)
Analisi ortensia
ANALISI CNR acqua piovana 2005
Analisi neve ed acqua
Analisi polvere
Analisi sedimento Sassuolo 2004
Analisi Sedimento Torino
Analisi Norvegia
Analisi ortaggi Abruzzo
FILE ZIP DI UN GRUPPO DI ANALISI
ANALISI DEI METALLI Contenuti nei polimeri di ricaduta
ANALISI: ALLUMINIO E BARIO OLTRE LA NORMA NELL’ACQUA PIOVANA
- Intervista al fisico Corrado Penna su Radio Base



Bario ed alluminio: Sanremo contaminata dalle chemtrails

Le analisi gentilmente forniteci da sanremofoce, si riferiscono ad un campione di polvere prelevato da alcuni gerani rovinati da una pioggia sporca caduta nel mese di aprile 2007 a Sanremo.

I valori di bario e di alluminio (le analisi sono state eseguite per rintracciare questi due elementi, quindi non si esclude lapresenza di altri inquinanti) confermano che vengono diffusi metalli in atmosfera tramite gli aerei della morte, metalli che poi ricadono al suolo e contaminano fiori, ortaggi, frutta, il terreno e l'acqua stessa. Si precisa che i valori sono in mg su cento grammi (mg/100g).

Riportiamo il resoconto del nostro collaboratore circa la pioggia contaminata.

La pioggia è caduta il 26 aprile 2007 a Sanremo: non era stata prevista dai bollettini meteo ed è stata preceduta da 5-6 giorni di nebbia assai anomala.

Dopo tale pioggia i vivaisti, che mi hanno dato la pianta, dovettero togliere dall'esposizione una decina di gerani esposti all'acqua piovana, curandoli a parte (poi si sono ripresi molto lentamente). Oltre ad un cattivo stato generale (molti petali erano ingialliti, parecchi si erano staccati), sulle foglie si era depositata anche una polverina scura ed appicciccosa.

Se per la polverina poteva trattarsi di resina dei pini soprastanti, a proposito dei petali, queste persone (ignare delle scie chimiche), ipotizzavano che fosse stata la pioggia a contenere qualcosa di acido.

Purtroppo non si può sapere se la polverina fosse essa stessa alluminio (o altro - polimeri?) o se questo elemento sia stato assorbito dalle radici gradualmente nel tempo, anche in seguito a piogge precedenti (si sarebbe dovuto, infatti, raccogliere un cucchiaino di polvere da far analizzare a parte). Non si può neanche operare un confronto con piante non esposte a quella pioggia, poiché i vasi con i fiori vengono tenuti tutti all'aperto.

Sicuramente in un modo o nell'altro le foglie (su cui comunque la polverina si è posata ed è rimasta in parte appiccicata) presentano le quantità di bario e alluminio sopra citate.

Clicca qui per visualizzare la copia scanner del documento originale.
Risultati di analisi eseguite su campioni di neve, acqua piovana, sedimenti etc.
 Analisi in quota (volo Ryanair) 
 Analisi suolo sardo 
 Analisi geranio dopo pioggia (Sanremo) 
 Analisi ortensia 
 ANALISI CNR acqua piovana 2005 
 Analisi neve ed acqua 
 Analisi polvere 
 Analisi sedimento Sassuolo 2004 
 Analisi Sedimento Torino 
 Analisi Norvegia 
 Analisi ortaggi Abruzzo 
 FILE ZIP DI UN GRUPPO DI ANALISI 
 ANALISI DEI METALLI Contenuti nei polimeri di ricaduta 
ANALISI: ALLUMINIO E BARIO OLTRE LA NORMA NELL’ACQUA PIOVANA
- Intervista al fisico Corrado Penna su Radio Base
 
 
 
    Bario ed alluminio: Sanremo contaminata dalle chemtrails
 
Le analisi gentilmente forniteci da sanremofoce, si riferiscono ad un campione di polvere prelevato da alcuni gerani rovinati da una pioggia sporca caduta nel mese di aprile 2007 a Sanremo.

I valori di bario e di alluminio (le analisi sono state eseguite per rintracciare questi due elementi, quindi non si esclude lapresenza di altri inquinanti) confermano che vengono diffusi metalli in atmosfera tramite gli aerei della morte, metalli che poi ricadono al suolo e contaminano fiori, ortaggi, frutta, il terreno e l'acqua stessa. Si precisa che i valori sono in mg su cento grammi (mg/100g).

Riportiamo il resoconto del nostro collaboratore circa la pioggia contaminata.

La pioggia è caduta il 26 aprile 2007 a Sanremo: non era stata prevista dai bollettini meteo ed è stata preceduta da 5-6 giorni di nebbia assai anomala.

Dopo tale pioggia i vivaisti, che mi hanno dato la pianta, dovettero togliere dall'esposizione una decina di gerani esposti all'acqua piovana, curandoli a parte (poi si sono ripresi molto lentamente). Oltre ad un cattivo stato generale (molti petali erano ingialliti, parecchi si erano staccati), sulle foglie si era depositata anche una polverina scura ed appicciccosa.

Se per la polverina poteva trattarsi di resina dei pini soprastanti, a proposito dei petali, queste persone (ignare delle scie chimiche), ipotizzavano che fosse stata la pioggia a contenere qualcosa di acido.

Purtroppo non si può sapere se la polverina fosse essa stessa alluminio (o altro - polimeri?) o se questo elemento sia stato assorbito dalle radici gradualmente nel tempo, anche in seguito a piogge precedenti (si sarebbe dovuto, infatti, raccogliere un cucchiaino di polvere da far analizzare a parte). Non si può neanche operare un confronto con piante non esposte a quella pioggia, poiché i vasi con i fiori vengono tenuti tutti all'aperto.

Sicuramente in un modo o nell'altro le foglie (su cui comunque la polverina si è posata ed è rimasta in parte appiccicata) presentano le quantità di bario e alluminio sopra citate.

Clicca qui per visualizzare la copia scanner del documento originale.