D'un tratto nel folto bosco

Non c’era nessuno in tutto il paese che potesse insegnare ai bambini che la realtà non è soltanto quello che l’occhio vede e l’orecchio ode e la mano può toccare, bensì anche quel che sta nascosto alla vista e al tatto, e si svela ogni tanto, solo per un momento, a chi lo cerca con gli occhi della mente e a chi sa ascoltare e udire con le orecchie dell’animo e toccare con le dita del pensiero.
Amos Oz


martedì 19 novembre 2013

Alluvione in Sardegna, mettere in sicurezza tutt’Italia costerebbe meno della Tav Torino-Lione

alluvione in sardegna
Stavolta in Sardegna, finora l’alluvione ha causato 17 mortiQuousque tandem, fino a quando sarà necessario scrivere di catastrofi prevedibili (il 75% dell’Italia è soggetto ad alluvioni e-o frane), dei 30 miliardi di danni in vent’anni (e il conto non è neanche troppo aggiornato) e di un Governo cheama le grandi opere megamiliardarie ma spende pochi piccioli, se li spende, per mettere in sicurezza il territorio? Si tratterebbe di realizzare una miriade di piccole e piccolissime opere che, tutte insieme, costerebbero meno della Tav Torino-Lione, aiuterebbero assai più sensibilmente l’economia (si tratta infatti di interventi work insensive mentre la Tav è capital intensive) esalverebbero vite umane, oltre ai beni materiali. Dopo il “continua” un impressionante video dalla Sardegna.
Questa è l’animazione di una foto scattata da Michele Demelas tra Nuoro e la Baronia. Mostra l’acqua che scende impetuosa nel torrente e inghiotte un ponte.
Ma cosa ce ne facciamo, con rispetto parlando, dello stato di emergenza dichiarato poco fa dal Governo in Sardegna? L’emergenza dell’Italia è il pensiero politico che privilegia la costruzione dinuove autostrade (mi viene in mente per prima la Cispadana in Emilia, potete continuare voi lettori) mentre la vendita delle auto continua a crollare a causa della crisi economica. Modificarequesta filosofia è l’unica speranza.
La foto è di Youreporter
fonte: