D'un tratto nel folto bosco

Non c’era nessuno in tutto il paese che potesse insegnare ai bambini che la realtà non è soltanto quello che l’occhio vede e l’orecchio ode e la mano può toccare, bensì anche quel che sta nascosto alla vista e al tatto, e si svela ogni tanto, solo per un momento, a chi lo cerca con gli occhi della mente e a chi sa ascoltare e udire con le orecchie dell’animo e toccare con le dita del pensiero.
Amos Oz


giovedì 21 novembre 2013

SONDAGGIO IN FRANCIA / IL 60% DEI CITTADINI E’ OSTILE ALL’UNIONE EUROPEA, E PER IL 77% LA UE HA DANNEGGIATO LA FRANCIA


http://sapereeundovere.itParigi – Cresce il numero dei francesi ostili all’Unione Europea. Se gli inglesi sono sempre stati scettici verso l’Unione Europea lo stesso non si puo’ dire dei francesi e quindi molti saranno sorpresi di sapere che la percentuale dei cittadini d’oltralpe ostile all’Unione Europea e superiore a quella dei sudditi di sua maesta’.
Secondo un sondaggio fatto recentemente da Pew Research solo il 41% dei francesi ha un’opinione positiva dell’Unione Europea contro il 60% dei tedeschi e il 43% degli inglesi e il 77% pensa che la UE abbia danneggiato pesantemente l’economia francese.
Inoltre un altro sondaggio fatto da YouGov ha rivelato che un terzo dei francesi vuole uscire dall’Unione Europea al piu’ presto possibile visto che per costoro la UE e’ la fonte di tutti i problemi non fosse altro che l’austarita imposta dai suoi commissari ha ridotto moltissima gente alla miseria.
Tale scetticismo e’ uno dei motivi per cui la popolarita’ di Francois Hollande e’ crollata al 15%, un segno del disprezzo che i francesi hanno per la loro calsse politica.
Sarebbe interessante sapere quanti sono gli italiani che vorrebbero uscire dall’Unione Europea ma naturalmente nessuno fara’ mai un sondaggio su questo argomento perche’ i risultati non sarebbero graditi ai vari Letta Napolitano e Monti, i quali hanno tutto l’interesse a tenere il popolo ignorante cosi’ da poter dire agli italiani che i sacrifici da loro imposti sono necessari.
GIUSEPPE DE SANTIS – Londra.