D'un tratto nel folto bosco

Non c’era nessuno in tutto il paese che potesse insegnare ai bambini che la realtà non è soltanto quello che l’occhio vede e l’orecchio ode e la mano può toccare, bensì anche quel che sta nascosto alla vista e al tatto, e si svela ogni tanto, solo per un momento, a chi lo cerca con gli occhi della mente e a chi sa ascoltare e udire con le orecchie dell’animo e toccare con le dita del pensiero.
Amos Oz


giovedì 4 luglio 2013

Dissecanti...Chi c'è dietro ? MONSANTO

Gli automobilisti li conoscono, i passeggeri li vedono.

Già, mi riferisco a quella moltitudine di lavoratori che ogni giorno tagliano erba c per evitare che gli sfalci  possano intralciare il traffico stradale e  per evitare l'innesto di possibili incendi innestati dal semplice gettare di una sigaretta.Bene, questo lavoro è destinato a scomparire o almeno queste sono le intenzioni. . Nella provincia di Forlì-Cesena inoltre,quest'anno per ovviare a tale problema ci penserà il diserbante RA. Spoleto è già una realtà da 2 anni ed il M5S DIFFIDA l'uso di questo agente chimicooundoup 450 plus a base di glifosate per disseccare quasi 1000 km di strade secondarie con un risparmio che da 800.000 scenderà a 40.000 euro.  
Beh....fin qui chi giustamente non sa della materia vorrà avere informazioni a riguardo delle pericolosità di tale pozione chimica mortale che può dare sia all'ambiente sia all'essere umano. Pertanto pare doveroso sottolineare che questo diserbante provocaDANNI IRREVERSIBILal sistema endocrino, linfatico, e riproduttivo dell'essere umano. 
Qui potrete trovare il Foglio Informativo
In più aumenta sempre più la percentuale di frutta e verdura contaminata data la facilità di questo agente chimico di viaggiare nell'aria. La domanda pare ovvia : 
Perché utilizzare un diserbante che costa 5 volte più rispetto alla forza lavoro applicata sin oggi ? 

La risposta se pur parziale la troviamo a monte. 

Chi sono le aziende produttrici del diserbante ? 
Il Roundup è un pesticida potente, e conveniente, che dà alla Monsanto profitti del 20% annui, proiettandola ai vertici. Però ha un difetto: fa male agli umani. I disordini provocati dal glifosato sono noti e documentati, ma le lobbies pro-pesticidi sono ormai potentissime, inarrestabili.
Il solo piccolo neo di questi tempi, mentre leggete, gli scade la patente del Roundup, insomma, la fine della pacchia.

Il 16 Aprile di quest'anno la Bayer CS e la Monsanto Company hanno stipulato una serie di accordi di licenza tra i quali c'è proprio l'erbicida Roundup

La Bayer CropScience è un azienda che produce erbicidi,fungicidi,insetticidi,diserbanti per l'agricoltura e oltre al tradizionale settore agrochimico è anche impegnata nel campo dell'ingegneria genetica del cibo. La Bayer fu coinvolta nella controversia con gli apicoltori francesi poiché il suo insetticida "Gaucho" fu ritenuto responsabile della moria di api da miele. Inoltre la stessa immise nel mercato negli anni 80-90 "illegalmente" alcuni flaconi di sangue presi appositamente da persone ad alto rischio AIDS, Epatice C. Migliaia di persone VENNERO INFETTATE

La Monsanto Company è una multinazionale di biotecnologie agrarie con 18000 dipendenti e 8,5 miliardi di fatturato. E' nota per la produzione di sementi transgeniche, pertanto una causa risalente al 2004 la vede come colpevole nell'utilizzo dell'Agente Arancio usato nella Guerra in Vietnam il quale prova ancora oggi GRAVI danni alle popolazioni locali, creando modificazioni strutturali e malformazioni, non favorevoli alla vita.

Ora, riportiamo di seguito un’intervista al medico pediatra Rodolfo Paramo, sugli effetti dei pesticidi a base di Glifosato sull’uomo e, in particolare, sui bambini, rilasciata a Juan Nicastro, collaboratore di Noticias Aliadas.
Rodolfo Paramo, è medico pediatra residente nella provincia centro settentrionale di Santa Fe. Ritiratosi dalla sua professione, continua ad essere attivo nella divulgazione degli effetti del glifosato, l’erbicida creato dalla multinazionale statunitense Monsanto, usato per fumigare le piantagioni di soia transgenica che in Argentina coprono una superficie di più di 17 milioni di ettari. Insieme, ai membri dei vari gruppi di quartiere che cercano di fermare la fumigazione nei loro villaggi, Paramo percorre il paese tenendo conferenze o partecipando ad incontri sull’argomento. A metà marzo ci fu la notizia di una sentenza emessa a dicembre dalla Giustizia di Santa Fe che proibisce le fumigazioni con glifosato a meno di 800 metri da case abitate.

Come ha scoperto gli effetti dei diserbanti?

Durante il 1994 e 1995, abbiamo cominciato a vedere nascite con malformazioni, principalmente nella zona del neuroasse, dal cervello fino alla colonna vertebrale. A livello cerebrale, anencefalia, cioè, la mancanza di cervello. E a livello della colonna vertebrale, mancanza di chiusura in alcuni punti, principalmente a livello cervicale e lombo-sacrale, restando il midollo esposto all’esterno.



Il glisofato uccide tutto meno la soia?

Quasi tutto. Negli USA hanno dovuto abbandonare le campagne, circa 5000 ettari, perché è apparsa quella che hanno considerato una nuova erbaccia, maledetta per loro, benedetta per noi, l’amaranto, cereale che è la base nutritiva dei popoli originari dell’America andina per mantenersi forti e sani. E non posso distruggerla con nessun diserbante.
Il nuovo nemico della Monsanto è l’amaranto.

Quale crede che sia il modo più efficace per affrontare questa situazione?

Che la gente sia cosciente. Ci sono moltissimi prodotti fatti con questa soia, sempre di più. Ho studiato in un’università pubblica, ed ho l’obbligo di ridare alla società quello che la società mi ha dato attraverso quest’educazione gratuita che ho ricevuto. La mia istruzione l’ha pagata la gente. E se io, in quanto professionista, vedo qualcosa che è ignorato ma che sta uccidendo le persone, devo reagire, studiare e diffondere. Ed il glifosato non uccide solo la vita umana, uccide i batteri ed i funghi della terra. Uccide la Pachamana. E non me l’hanno raccontato, l’ho vissuto.

Se volete approfondire l'argomento ecco l'intervista rilasciata dal Prof. Fabio Taffetani Ordinario di Botanica Sistematica  presso l'Università Politecnica delle Marche. 

https://www.youtube.com/watch?v=x1NUi9swDbI


Anche dietro un semplice pomodoro si nasconde una realtà oscura spesso tremenda e paurosa. Noi come Politica-Bio denunciamo queste situazioni affinché i cittadini possano SAPERE. Il sapere nessuno lo potrà mai rubare è NOSTRO