D'un tratto nel folto bosco

Non c’era nessuno in tutto il paese che potesse insegnare ai bambini che la realtà non è soltanto quello che l’occhio vede e l’orecchio ode e la mano può toccare, bensì anche quel che sta nascosto alla vista e al tatto, e si svela ogni tanto, solo per un momento, a chi lo cerca con gli occhi della mente e a chi sa ascoltare e udire con le orecchie dell’animo e toccare con le dita del pensiero.
Amos Oz


sabato 15 marzo 2014

Attenzione! Gli Stati Uniti stanno programmando una “False Flag” in Crimea (email intercettate)


Un gruppo di Hakers Anonymus Ukraine ha pubblicato la corrispondenza fra l’aggregato militare statunitense Jason Gresh, ed il rappresentante dello Stato maggiore dell’esercito di questo paese, Igor Protsik.

AWACS e F16 distribuiti sul confine russo. E-mail intercettate dimostrano l’intenzione di un attacco sotto forma di False Flag per incolpare Putin.


UPDATE: “L’america è pronta per una risposta Militare in Ucraina” dichiara il Presidente del Joint Chiefs of Staff“

Se questa frase fosse vera (e lo è), unita a quanto riporta il gruppo di hacker Anonymous nei documenti di alto livello acquisti tramite e-mail, saremmo di fronte all’ennesima provocazione americana.


Le E-mail intercettata al alcuni Hacker (Servizi Segreti Russi come per la telefonata della Nuland?) tra l’assistente della US Army, Jason Gresh e il membro dello staff Ucraino Igor Protsyk, mettono in evidenza i piani per organizzare un attacco massiccio sui nodi del trasporto pubblico e sulle basi militari ucraine, al fine di “incastrare la Russia e Putin” e “creare le condizioni favorevoli per cui il Pentagono possa agire.”

Le e-mail da Igor sono in russo,a questo link sono a disposizioni le email per tutti coloro che leggono la lingua russa , ma l’e-mail da parte di Gresh sono in lingua inglese e le ramificazioni e le implicazioni contenute nelle sue parole sono enormi.

Ecco il testo:

“Le manifestazioni si stanno muovendo sempre più rapidamente in Crimea. I nostri amici a Washington si aspettano un’azione più decise dalla vostra rete. Penso che sia arrivato il momento buono per attuare il piano che abbiamo discusso ultimamente. Il vostro compito è quello di causare alcuni problemi ai nodi del trasporto nel sud-est del paese, al fine di incastrare i vostri “vicini”. “Questa azione creerà le condizioni favorevoli per il Pentagono e per convincere la Società civile che è arrivato il tempo di agire in difesa dell’Ucraina. Non perdere tempo, amico mio”.

Rispettosamente,
JP
Jason P. Gresh
tenente colonnello, US Army
Assistente Army Attaché
US Ambasciata, Kyiv
Tankova 4, Kiev, Ucraina 04112
(380-44) 521-5444 | Fax (380-44) 521-5636

http://ukraine.usembassy.gov/

http://usembassykyiv.wordpress.com/

http://www.facebook.com/usdos.ukraine

http://www.youtube.com/user/USEmbassyKyiv

http://www.flickr.com/photos/usembassykyiv

Quindi si profila un evento sotto “false flag” (provocazioni) contro l’Ucraina, accusandone  la Russia di essere il mandante, verrebbe salutato pubblicamente come un attacco da parte della Russia contro l’Ucraina e Obama utilizzerebbe questo pretesto per un intervento delle Forze armate statunitensi al fianco di quelle Ucraine. Il rischio ciò porti ad un conflitto mondiale sarebbe elevatissime.

http://beforeitsnews.com/military/2014/03/us-ready-for-military-response-in-ukraine-declares-chairman-of-joint-chiefs-2459554.html

http://beforeitsnews.com/war-and-conflict/2014/03/proof-us-staging-false-flag-for-ww3-kickoff-with-russia-video-2451078.html

~

Reloaded by SFP Network on 13 March 2014
http://syrianfreepress.wordpress.com/2014/03/13/red-allert-false-flag….