D'un tratto nel folto bosco

Non c’era nessuno in tutto il paese che potesse insegnare ai bambini che la realtà non è soltanto quello che l’occhio vede e l’orecchio ode e la mano può toccare, bensì anche quel che sta nascosto alla vista e al tatto, e si svela ogni tanto, solo per un momento, a chi lo cerca con gli occhi della mente e a chi sa ascoltare e udire con le orecchie dell’animo e toccare con le dita del pensiero.
Amos Oz


lunedì 3 marzo 2014

Ucraina: chi sono Andriji Parubyi e Dmytro Yarosh ?

b312f1364a98dc1137affe1201b2c612_M

Usiamo Wikipedia, non servono certo fonti riservatissime o complottarde. A capo della Difesa ucraina, ci sono da qualche giorno (col nuovo governo) due soggetti che si chiamano Andriji Parubyi e Dmytro Yarosh. Parubyi è il leader dello Svoboda Party, partito di estrema destra, e fino alla settimana scorsa era considerato il leader di Euromaidan, i rivoltosi ucraini qui da noi dipinti come eroi della democrazia. Nella sua storia si legge che è stato il fondatore del partito neonazista Socialist-National Party di Ucraina nel 1991, ed è stato eletto più volte in Parlamento dove ha fondato un suo gruppo chiamato “Fatherland“, terra dei padri (che a me ricorda il titolo un romanzo di fantascienza in cui i nazisti avevano vinto la guerra). Questo è quello moderato. L’altro, Dmytro Yarosh, altro leader di Euromaidan, è il fondatore del partito Right Sector, Settore Destro, una formazione neonazista radicale. Tra le sue iniziative politiche, brilla la richiesta di aiuto ai terroristi ceceni per fare la guerra insieme contro il nemico russo, oltre alla proposta di messa fuorilegge sia del Partito Comunista che del Partito delle Regioni. Si vanta di non aver mai trovato un lavoro in vita sua. Ecco. Il Ministero della Difesa ucraino è nelle mani di questa gente. C’è sicuramente da preoccuparsi, per carità, ma non nascondo che viene pure un po’ da ridere. E’ come se affidassimo le nostre Forze Armate e il Ministero della Difesa ai caporioni di Casapound, e i due per prima cosa corressero a dichiarare guerra a Putin.

Tratto da: http://www.deborabilli.it/2014/a-capo-della-difesa-ucraina-un-fascista-e-un-neonazi-disoccupato/